Eliminare i capillari sulle gambe con la terapia sclerosante

Eliminare i capillari sulle gambe con la terapia sclerosante

81
SHARE
capillari

Teleangectasia è il termine medico per indicare la dilatazione e la rottura di capillari. Piccoli vasi sanguigni, generalmente superficiali e localizzati a livello degli arti inferiori, che assumono un aspetto ramificato di colore rosso vivo o rosso-bluastro. Vene superficiali che, per fattori ambientali o genetici, diventano meno elastiche determinando così il ristagno del sangue con la conseguente formazione degli odiati reticoli venosi.

La teleangectasia è un disturbo funzionale molto diffuso nella popolazione

determinato principalmente dallo stile di vita disarmonico della nostra società. Sovrappeso, vita sedentaria, fumo, alimentazione disordinata, disfunzioni ormonali sono tutti fattori che possono determinare, soprattutto in caso di familiarità, la rottura di capillari e la conseguente discromia rosso-bluastra.

Capillari e vene varicose

Gonfiore, bruciore, pesantezza, crampi notturni, prurito… Insomma, quella sensazione dolorosa alle gambe che ci assale a fine serata, sono spesso sintomi da non trascurare. Possono, infatti, avvisarci della presenza di un’insufficienza venosa. Individuarla tempestivamente ci permetterà di curarla, evitando complicanze più importanti. Meglio quindi correre subito ai ripari rivolgendosi ad un angiologo. Sarà fondamentale per valutare lo stato di salute del nostro apparato circolatorio periferico.  Anche adottare uno stile di vita più salutare ci aiuterà a migliorare la salute delle nostre gambe! Una corretta alimentazione e una regolare attività fisica ci aiuteranno a prevenire la stasi venosa. Se poi, per il tipo di lavoro che svolgiamo, siamo costretti a stazionare 8 ore seduti ad una scrivania o, peggio ancora, in piedi dietro ad un bancone, allora, sicuramente, ci aiuterà indossare delle calze elastiche a compressione graduata. Risulterà utile a ridurre la pressione venosa, evitando la fastidiosa sensazione di pesantezza o dolore di fine giornata.

Terapia sclerosante: cos’è e come funziona

Per eliminare immediatamente e definitivamente gli inestetismi dei capillari dilatati possiamo ricorrere, invece, alla terapia sclerosante. È una tecnica assolutamente indolore e sicura. Il trattamento consiste nell’iniettare direttamente nel capillaricapillare una sostanza sclerosante per provocane la chiusura e il riassorbimento. Recentemente si è sviluppata, poi, una particolare tecnica che sostituisce al liquido sclerosante una mousse. L’impiego della schiuma al posto del liquido sembra avere migliori risultati. La maggiore densità della schiuma garantisce, infatti, un contatto più durevole della sostanza sclerosante alla parete venosa garantendo un’azione più efficace e immediata. In genere, qualche seduta è sufficiente a risolvere definitivamente il problema. Molto dipenderà poi dalla personale reattività al farmaco e dal numero di vene da trattare.

Costi e indicazioni

Dopo la seduta si potrà immediatamente tornare alle proprie attività. Verrà soltanto applicato un bendaggio o una calza elastica per alcuni giorni. Questo allo scopo di accelerare il processo di riassorbimento delle vene. Ma ridurrà anche il dolore e la formazione di ematomi o indurimenti venosi eccessivi! I costi di un trattamento sclerosante, ovviamente, varieranno a seconda della professionalità del medico e della struttura a cui ci rivolgiamo. In genere, comunque, il loro costo non è mai al di sotto dei 100 euro. A seconda dei capillari delle gambe da trattare può salire fino ai 400 euro. Un consiglio. Evitare di ricorrere a trattamenti sclerosanti nei mesi caldi, per evitare che i raggi UV, colpendo direttamente la parte sclerosata, possano macchiare la pelle.