La dieta dei 5 colori: una settimana detox

La dieta dei 5 colori: una settimana detox

198
SHARE
dieta_dei_cinque_colori

Sappiamo tutti che un maggior consumo di frutta e verdura è il modo giusto per migliorare sia la propria forma fisica che la propria salute.

Non sempre, però, si riesce a consumarne le giuste quantità

soprattutto se si è costretti a mangiare fuori casa. I ritmi che ci impone la vita di tutti i giorni rischiano, così, di squilibrare l’apporto nutritivo di cui abbiamo bisogno. C’è, però, un trucco semplice semplice per evitarlo. Basta guardare il colore di quello che mangiamo.

Dimagrisci in sette giorni con i 5 colori

Il colore della frutta e della verdura è dato dai pigmenti e dalle vitamine che contengono. Mangiare alimenti dello stesso colore significa, quindi, mangiare cibi con gli stessi nutrienti. La dieta dei cinque colori è un regime alimentare basato sul consumo quotidiano di almeno 2 porzioni di verdura e 3 di frutta, che ci consentirà di perdere qualche chilo in poco tempo ma, soprattutto, di nutrirci in modo sano e naturale.

I colori del cibo

La dieta prevede l’assunzione di circa 1200 calorie al giorno.  Ogni giorno sono presenti 5 porzioni di frutta e verdure di  colori diversi, che potremo assumere sotto forma di macedonie di insalata. Cominciamo, innanzitutto, raggruppando per colore gli alimenti che andremo a consumare:

  • Bianco: aglio, cipolla, finocchio, funghi, sedano, pere, mele, etc.
  • Giallo-arancio: albicocche, pesche, nespole, meloni, limoni, arance, pompelmi, mandarini, banane, zucca, carote, peperoni …..
  • Rosso: pomodoro, anguria, ciliegie, fragole, ravanelli, rape e ogni altra verdura o frutta di questo colore.
  • Verde: bietole, broccoli, indivia, lattuga, asparagi, carciofi, zucchine, kiwi, uva bianca etc.
  • Blu-viola: fichi, frutti di bosco, prugne, melanzane, radicchio etc.

 La dieta dei 5 colori

5 coloriTutti i giorni

  • A colazione: 200 ml di latte magro + 1 caffè con poco zucchero, meglio se di canna, meglio ancora senza; 30 g (un pugnetto) di muesli; una porzione di frutta, meglio se di stagione  e di colore diverso ogni giorno. Ogni porzione di frutta sarà pari circa a 200 gr.
  • A metà mattina uno spuntino a base di altra frutta di stagione (una porzione).
  • Condimenti: dove proprio non ne potete fare a meno usare al max 3 cucchiaini di olio evo nell’arco della giornata; stesso presupposto per lo zucchero quantità ridotta al max 1/2 cucchiaino/i.

Lunedì

  • A pranzo: peperoni, radicchio e carote che potremo consumare singolarmente in insalata o in insalata mista che potremo accompagnare con 50 g di pane integrale; una fetta di cocomero fresco o altra frutta di stagione dello stesso colore se non disponibile.
  • A cena: 100 gr di carne bianca alla griglia accompagnati da bietole o cicoria lessa e 50 g di pane integrale; una mela.

Martedì

  • A pranzo: salmone grigliato (circa 120 g) un’insalata di lattuga e carote con  50 g di pane integrale; una porzione di macedonia di banana e fragole (circa 200 gr).
  • A cena: 4 fette di prosciutto crudo con rucola e pomodorini  che potrete preparare in gustosi involtini accompagnandoli con 50 g di pane integrale; una porzione di pesche o altra frutta di stagione dello stesso colore.

Mercoledì

  • A pranzo: 50 g di lenticchie che potrete lessare con cipolla, carote e aromi accompagnate da un’insalata di radicchio verde con i soliti 50 g di pane integrale; una porzione di macedonia di frutti di bosco e mela.
  • A cena: un petto di pollo con un’insalatina di carote alla julienne e cetrioli e 50 g pane integrale; una porzione di albicocche (quindi circa due o tre albicocche) o altra frutta di stagione dello stesso colore.

Giovedì

  • A pranzo: 50 g di carne trita, un peperone di piccole dimensioni , una porzione di cicoria lessata e 50 g di pane integrale (la carne trita potrete consumarla cuocendola alla piastra o in forno insieme al peperone farcito con un po’ di aglio e prezzemolo e la porzione di pane); una porzione  di ciliegie o altra frutta di stagione dello stesso colore.
  • A cena: un’insalata di fagiolini pomodoro, cipolla a fette e olio, 50 g di ceci lessati e 50 g di pane integrale; una porzione di pesche o altra frutta di stagione dello stesso colore.

Venerdì

  • A pranzo: una porzione di carciofi lessati e melanzane ai ferri con 50 g di pane integrale; una porzione di albicocche o altra frutta di stagione dello stesso colore.
  • A cena: 120 g di filetti di sgombro cotti in padella antiaderente con poco olio con una porzione di barbabietole rosse lessate e 50 g di pane integrale; una porzione di  pere.

Sabato

  • A pranzo: 50 g di bresaola con un’ insalata mista di rucola, peperoni e radicchio rosso e 50 g di pane integrale;  una fetta di cocomero fresco o altra frutta di stagione dello stesso colore se non disponibile.
  • A cena: una porzione di merluzzo che potrete preparare con una salsa di pomodoretto fresco e basilico, una porzione di cavoletti di Bruxelles lessati e 50 g di pane integrale; una porzione di uva rossa.

Domenica

  • A pranzo: 100 g di ricotta, una porzione di pomodori  e basilico e una porzione di cavolo verza lesso,  50 g di pane integrale; una pera.
  • A cena: 100 g di bistecca cotta ai ferri con un’ insalata di radicchio verde, lattuga e ravanelli e 50 g di pane integrale; un pompelmo.

Finita la dieta cambiate le abitudini alimentari

Non prolungate la dieta oltre la settimana, ma proseguite con una alimentazione di mantenimento, integrando gradatamente condimenti e alimenti. Perderete un po’ di peso ma, soprattutto, vi disintossicherete, tonificandovi.  E, una volta ripresa la vostra alimentazione “normale”, non perdete la buona abitudine di consumare le vostre porzioni quotidiane di “colore”!

Attenzione però. Qualsiasi dieta ipocalorica che preveda un sostanziale dimagrimento non deve mai essere effettuata senza la consulenza di un medico, dietologo o nutrizionista.